ABSOLUTELY NOTHING -  STORIE E SPARIZIONI NEI DESERTI AMERICANI | RAMAK FAZEL, GIORGIO VASTA
ABSOLUTELY NOTHING -  STORIE E SPARIZIONI NEI DESERTI AMERICANI | RAMAK FAZEL, GIORGIO VASTA
ABSOLUTELY NOTHING -  STORIE E SPARIZIONI NEI DESERTI AMERICANI | RAMAK FAZEL, GIORGIO VASTA
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, ABSOLUTELY NOTHING -  STORIE E SPARIZIONI NEI DESERTI AMERICANI | RAMAK FAZEL, GIORGIO VASTA
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, ABSOLUTELY NOTHING -  STORIE E SPARIZIONI NEI DESERTI AMERICANI | RAMAK FAZEL, GIORGIO VASTA
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, ABSOLUTELY NOTHING -  STORIE E SPARIZIONI NEI DESERTI AMERICANI | RAMAK FAZEL, GIORGIO VASTA

ABSOLUTELY NOTHING - STORIE E SPARIZIONI NEI DESERTI AMERICANI | RAMAK FAZEL, GIORGIO VASTA

Prezzo di listino
€20,00
Prezzo scontato
€20,00
Prezzo di listino
€20,00
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse.

Cosa resta di un viaggio nei deserti americani? La luce accecante, la polvere, le ghost town e altre reliquie dell’abbandono – un ippodromo-astronave, le rive di un lago fossile, un cimitero di aeroplani. Restano pagine fitte di appunti raccolti in ottomila chilometri costellati di imprevisti e digressioni attraverso California, Arizona, Nevada, New Mexico, Texas e Louisiana. A percorrerli, con Giorgio Vasta, ci sono il fotografo Ramak – camicia hawaiana, sorriso cordiale, e una spiccata attitudine a complicarsi la vita – e Silva, pianificatrice e baricentro razionale del viaggio. Doveva essere un reportage, una guida letteraria; ma quando ciò che accade nel deserto – per eccellenza luogo di miraggi e sparizioni – si rivela il preludio di quello che succederà nella vita dello scrittore al suo ritorno, l’asse del libro si modifica: le persone diventano personaggi, e per Vasta il viaggio negli spazi americani diventa un viaggio nella propria immaginazione. A fare da contrappunto, le fotografie di Ramak Fazel, che del racconto sono espansione, verifica e, allo stesso tempo, smentita. Ritratto dell’America, ragionamento sul suo mito e omaggio alle sue narrazioni, Absolutely Nothing traccia un itinerario che collega scrittura documentaristica e fiction, riflessione e autobiografia, per provare a comprendere cosa accade ai luoghi – e alle nostre esistenze – quando le persone che li hanno abitati (che ci hanno abitati) se ne vanno via.